Brassaï e il suo amore per Parigi, in mostra a Milano

“Ero alla ricerca della poesia della nebbia che trasforma le cose; la poesia della notte che trasforma la città; la poesia del tempo che trasforma gli esseri” 

Guardando le sue opere pare di vederlo, Brassaï, passeggiare di notte per le strade di Parigi accanto all’amico Jacques Prévert, con lo sguardo perso ad osservare dettagli della Rue, dei Jardins baciati dalle lampade ad olio. Trasognato, intento a catturare le banalità della vita reale per farle trascendere in surreali, ridiventando meravigliose.

Da Proust a Picasso, passando per i graffiti di strada, molteplici e incantevoli sono le visioni che il fotografo ci offre di una Parigi spiata di notte, o di giorno alle corse dei cavalli e alle giostre… Parigi in bianconero, città fatale ed elegante attraverso gli occhi di un Brassaï giustamente definito “saccheggiatore di bellezza”.

260 prove dell’indiscutibile talento di uno dei migliori fotografi del Novecento sono esposte a Palazzo Morando, nel cuore di Milano fino al 28 giugno 2015. Un mostra curata dalla fondazione Fratelli Alinari, assolutamente da non perdere.

Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...